In casa tendiamo a sprecare litri e litri di acqua, specie per fare la doccia o la lavatrice. Quattro studenti universitari (Ahmet Burak Aktas, Adem Onalan, Salih Ilhan Berk e Burak Söylemez) hanno pensato al modo per riutilizzare per più usi lo stesso quantitativo di acqua.

La loro invenzione si chiama Washit, una doccia che raccoglie e filtra acqua usata, per poi riutilizzarla per lavare vestiti o farsi successivamente un’altra doccia.

I quattro hanno vinto anche un premio al concorso dell’iF Design Concept 2012: il premio speciale Hansgrohe, per il risparmio idrico strizzando l’occhio al design.

orbsys

Come funziona? Washit è composto da una cabina che include sia la doccia che l’oblò della lavatrice.

Utilizza un sistema idraulico chiuso con due pompe, tre filtri (carbonio, biologica e chimica), una fase di pulizia UV, un riscaldatore e una unità di accumulo.

Mentre si sta facendo la doccia, Washit raccoglie l’acqua dal fondo della cabina doccia, la fa passare attraverso dei filtri e la raccoglie affinché possa essere utilizzata per fare una prossima doccia, o lavare i vestiti nella lavatrice posta di fianco. Fonte