I pannelli fotovoltaici del futuro sono flessibili, riciclabili e italiani 2Pannelli fotovoltaici flessibili, sottili, super leggeri, riciclabili e con efficienza energetica triplicata sono stati prodotti in Italia da Enecom (gruppo En-eco), in collaborazione con Politecnico di TorinoCentro Ricerche Fiat e Regione Piemonte. Si tratta di un nuovo tipo di pannello studiato per essere il più versatile possibile e in grado di adattarsi anche all'alimentazione di batterie per auto elettriche, camper, refrigerazione di veicoli frigo, droni alimentati elettricamente, pensiline e stazioni di ricarica e altre applicazioni simili.

Sono estremamente sottili e leggeri grazie all'assenza di vetro e cornici, che vengono invece utilizzati per i pannelli tradizionali. Sono stati prodotti con materiali plastici completamente riciclabili che li rendono anche flessibili, ma la peculiarità di questo nuovo pannello è un'efficienza triplicata rispetto ai tradizionali pannelli in silicio amorfo.

I pannelli flessibili di Enecom ad oggi sono stati utilizzati nel settore della mobilità per la realizzazione della citycar elettrica Philla, un veicolo elettrico con 220 Km di autonomia, che può essere alimentato anche direttamente con l'energia solare prodotta appunto dai pannelli Enecom. Inoltre è dotato di pannelli solari Enecom anche il prototipo di auto solare Apollo, realizzato dal Politecnico di Milano (con 35 Kg di peso, il prototipo ha percorso più di 1.100 Km con 1 KW/h di energia, pari a oltre 7 mila Km con 1 solo litro di benzina). Ma Apollo non è l'unico prototipo in cui hanno trovato applicazione i pannelli Enecom: da Victor, il primo furgone refrigerato fotovoltaico per il trasporto urbano ecosostenibile alla realizzazione della tegola fotovoltaica Roofy Energy, che si integra alla perfezione nella copertura degli edifici assicurando le stesse prestazione delle coperture tradizionali, fino ai sistemi di copertura Riverclack Elios e Sintech Sun applicabili anche su superfici curve. Fonte