La biomassa entra nel settore delle celle a combustibile, e lo fa anche in maniera massiccia. Si tratta delle nuove celle a combustibile a basse temperature, che possono utilizzare ogni genere di biomassa al posto di idrogeno e metanolo. Questo è stato reso possibile grazie al lavoro di un team del Georgia Institute of Technology, che ha sviluppato un nuovo tipo di cella a combustibile capace di convertire in energia elettrica direttamente la biomassa.

biomassa_cella_a_combustibile

Le fuel cell solari sono degli ibridi che lavorano a temperatura ambiente usando il sole come catalizzatore, e una serie di fonti organiche come materia prima (amido, lignina, alghe ecc…) Abbiamo sviluppato un nuovo metodo in grado di gestire la biomassa a temperatura ambiente senza limiti di tipologia. Si tratta di un approccio molto generico capace di produrre energia elettrica senza la necessità di purificare i materiali di partenza ha spiegato Yilin Deng, docente del Georgia Institute of TechnologyNel nuovo sistema, la biomassa viene macinata e miscelata con un catalizzatore fotosensibile, il poliossimetallato, e quindi esposto alla luce del sole. Grazie all'irraggiamento solare questo materiale ossida la biomassa e asporta le cariche dalla materia organica all’anodo della cella a combustibile; gli elettroni arrivano quindi al catodo, dove vengono finalmente ossidati dall’ossigeno attraverso un circuito esterno, per produrre elettricità. “Se si mescolano la biomassa e il catalizzatore a temperatura ambiente, non reagiscono, ma se li si espone alla luce o al calore, la reazione comincia. Il poliossimetallato introduce un passaggio intermedio, perché non sarebbe possibile combinare direttamente biomassa e ossigeno” ha spiegato Deng.

I ricercatori hanno rivelato una densità energetica massima di 0,72 MilliWatt per centimetro quadrato, che è circa 100 volte superiore a quella delle celle a combustibile microbiche a base di cellulosa. Inoltre il docente, Yilin Deng, ha annunciato di poter aumentare l’output fino a 10 volte, una volta ottimizzato il procedimento. “Il sole e la biomassa sono due importanti fonti di energia sostenibile. Il nostro sistema li userebbe insieme per produrre energia elettrica, riducendo la dipendenza dai combustibili fossili” ha detto il docente. Si tratta di una scoperta di elevata importanza perché “il nostro sistema li userebbe insieme per produrre energia elettrica, riducendo la dipendenza dai combustibili fossili” ha concluso Deng. Fonte