A New York ricaricare il cellulare lo si fa per strada e… pedalando 2Un’ora e mezza di pedalata, contemplando le rive del fiume Hudson ed ecco che il telefono è ricaricato. Un pieno di ‘elettroni’ che vale anche un pieno di salute, gambe più toniche e qualche centinaio di calorie disperse. Ottimizzare le energie: è questo l’imperativo di The Charge Cycle, il progetto sperimentale lanciato da due designer di New York.

L’idea di partenza è pratica e semplice. Bastano: una bicicletta, un cavalletto che permetta di tenere sospesa e stabile la ruota posteriore, una dinamo che converte il movimento della ruota in energia elettrica, un piccolo contenitore con prese e connettori per il proprio smartphone o altri gadget elettronici. Il resto lo fanno la forza esercitata sui pedali ed una comoda applicazione che aggiorna sullo stato di ricarica del dispositivo… ed anche sulle calorie consumate.
Una soluzione pratica e ad impatto zero per ovviare al ‘dramma’ di un telefono scarico, magari appena prima o durante un’importante conversazione personale o di lavoro. Con un pizzico di buona volontà e spirito ‘da gregari’ si può però ovviare al problema.

Gli esemplari color verde acceso di Charge Cycle iniziano a colorare le zone pedonali della Grande Mela, attraverso la piattaforma Kickstarter gli ideatori puntano a raccogliere i fondi necessari per collocare i punti di ricarica a pedale in zone anche periferiche della metropoli. Fonte

E se lo facessimo anche in Italia?