DOMANDA

In un impianto di messa a terra i dispersori devono essere ispezionabili? Cosa deve essere “a vista”?

RISPOSTA

E’ richiesto che l’impianto di terra sia “ispezionabile”… nel significato letterale! Semplificando al massimo, vuol dire che un ispettore (verificatore, manutentore ecc.) deve essere in grado di dire se l’impianto va bene oppure no. E’ quindi sufficiente fornire informazioni esaurienti su quanto realizzato (planimetrie, disegni, particolari costruttivi ecc.) e fare in modo che si possa effettuare la misura della resistenza di terra con le modalità descritte dalla Norma CEI 64-14.
Serve mantenere “a vista” il collettore principale, dove si attestano i conduttori di terra e gli equipotenziali principali. Se c’è la possibilità di prevedere qualche pozzetto nei punti critici (collegamenti delle corde di rame ai dispersori verticali o ai dispersori di fatto come i ferri del cemento armato) si ha, per chi volesse, la possibilità di controllare lo stato di conservazione di questi ultimi.

Fonte