Terna e Fondazione Cariplo lanciano l’iniziativa “Next Energy Program”, realizzata da Cariplo Factory con il supporto di PoliHub ed Energy&Strategy Group del Politecnico di Milano. L'obiettivo è valorizzare giovani talenti e sostenere lo sviluppo di progetti innovativi in ambito elettrico.

L’iniziativa prevede due distinti percorsi, entrambi con scadenza al 31 luglio 2016:

Call For Talents

Il percorso “Call for Talents”, si rivolge a giovani neolaureati con i seguenti requisiti:

  • Laurea (triennale e/o specialistica) in Ingegneria conseguita da meno di 12 mesi prima della scadenza per la presentazione delle candidature di cui al successivo Art. 5.I del presente Bando
  • Votazione non inferiore a 100/110 o 90/100
  • Età inferiore a 28 anni.

start up neo laureati

Verranno selezionati 15 talenti che effettueranno uno stage della durata di 6 mesi presso una delle sedi di Terna, all’interno di team impegnati in attività e progetti a carattere innovativo. Durante il periodo di stage i talenti condivideranno alcuni momenti del percorso di empowerment.

Call for ideas

Il secondo filone, “Call for Ideas”, si rivolge a  team di persone e giovani startup. Saranno selezionati 10 progetti d’impresa o startup che avranno accesso a un programma di empowerment imprenditoriale e di accelerazione della durata di 6 mesi, coordinato da PoliHub. Al termine del programma, i progetti verranno presentati a una giuria che selezionerà i migliori 3, che otterranno dei voucher da utilizzare per lo sviluppo del progetto, del valore rispettivamente di € 50.000 al primo classificato, € 30.000 al secondo classificato e € 20.000 al terzo classificato.

Elemento comune ai due percorsi di stage e di incubazione è la focalizzazione su alcuni temi innovativi del settore elettrico, in particolare smart grid, energy storage ed infrastrutture del sistema elettrico.

Il sistema elettrico nazionale ha subito infatti negli ultimi anni cambiamenti rilevanti che hanno riguardato, in primo luogo, l’elevata penetrazione delle fonti energetiche rinnovabili, che nel 2015 hanno coperto circa il 20% della domanda elettrica nazionale, escludendo l’idroelettrico “storico”. In secondo luogo, si è registrato un andamento altalenante della domanda elettrica, a seguito dell’aumento degli interventi di efficienza energetica ma anche delle condizioni macro-economiche sfavorevoli a livello globale soprattutto nel biennio 2008-2009. In terzo luogo, la scarsità di risorse di capacità di regolazione di frequenza e tensione risulta una barriera non irrilevante.

Tali aspetti determinano una chiara necessità d’innovazione del sistema elettrico nazionale, che può essere perseguita anche attraverso l’adozione di soluzioni e sistemi innovativi, la cui introduzione nel sistema deve essere opportunamente valutata sia dal punto di vista tecnico che economico.

Aree di interesse

Come detto, il bando Next Energy vuole promuovere la presentazione di candidature e progetti, aventi i requisiti di cui al successivo Art. 3, nelle seguenti categorie:

Smart grids & Energy storage

  • Strumenti di previsione per fonti di energia rinnovabile (es. sole, vento)
  • Sistemi di controllo delle varie risorse di rete integrati
  • Sistemi di integrazione di risorse non tradizionali quali auto elettriche
  • Sistemi di gestione di accumulo elettrochimico (batterie).

Infrastrutture del sistema elettrico

  • Ingegneria e impatto ambientale delle infrastrutture
  • Materiali e tecnologie per la trasmissione
  • Modelli e sistemi per la manutenzione programmata e straordinaria
  • Manutenzione con infrastrutture e tecnologie innovative (es. droni).

Per maggiori informazioni consultare il bando allegato di seguito.

Il bando (pdf)

Fonte