Le grandi economie di scala nel settore del fotovoltaico porteranno probabilmente ad una diminuzione progressiva dei costi, che si dimezzeranno rispetto ai livelli attuali, consentendo ulteriori investimenti per l’espansione della rete e in tecnologie di integrazione come lo storage e la connettività che aumenteranno il valore delle risorse solari.

A causa dei bassi costi del solare fotovoltaico, la potenza installata potrebbe aumentare fino a 19.000 GW nel 2050, rappresentando quasi la metà di tutta la capacità elettrica installata a livello mondiale in quel momento.

Anche se il ruolo della generazione distribuita avrà la sua importanza in questa transizione, i grandi parchi fotovoltaici probabilmente domineranno la produzione di energia elettrica in termini di capacità installata grazie ai vantaggi portati dalle economie di scala, superando i risparmi dei costi di trasmissione delle installazioni microgrid decentralizzate.

global-capacty-by-category-2016-2050

Gli impianti solari fotovoltaici cosiddetti “Utility Scale” sono parchi solari che hanno una certa dimensione e forniscono energia ad una utilitye non a consumatori finali.

È difficile concordare sulle dimensioni esatte di un parco solare fotovoltaico di grande scala, ma possiamo convenire che può spaziare da alcuni MW alle più grandi fattorie solari mai costruite di centinaia di MW.

Questi sistemi solari fotovoltaici montati a terra utilizzano vaste aree di terreno, in molti casi terreni precedentemente usati per scopi agricoli, deserti, cave esaurite o miniere, o semplicemente appezzamenti di terra inutilizzati.

Praticamente ogni impianto solare su larga scala ha un Power Purchase Agreement (PPA) tra uno sviluppatore e un’utility, con il vantaggio di pagare l’elettricità a prezzo fisso durante i periodi di picco della domanda quando l’elettricità generata da combustibili fossili è più costosa.

Questo vantaggio è legato al fatto che i costi di investimento del sistema solare fotovoltaico sono diminuiti drasticamente negli ultimi tempi, tanto che i meteorologi e gli analisti hanno faticato a tenere il passo con gli sviluppi negli ultimi due decenni. Il costo dei sistemi solari fotovoltaici continuerà probabilmente a diminuire di un altro 50%, arrivando a quote comprese tra $ 0,42 e $ 0,58  /W (a seconda del paese) entro il 2050, con un valore crescente in queste attività derivante dallo sviluppo dei sistemi di storage e delle tecnologie di integrazione della rete.

Questo costo notevolmente basso consentirà al fotovoltaico di crescere di 65 volte passando dall’1% della produzione totale di elettricità nel 2016 al 40% nel 2050, diventando il principale mezzo di produzione di energia elettrica in meno di due decenni. La curva di crescita prevista per la generazione di energia elettrica da parchi fotovoltaici è esponenziale per i prossimi due decenni. Fonte

global-energy-capex-by-source-2015-2050

richiedi info o preventivo