Al via il servizio per la richiesta di correzione dei dati catastali online delle Entrate, ecco le modalità di accesso. Cosa si può correggere online e cosa in ufficio

In caso di errori nei dati catastali relativi ai propri immobili è possibile richiederne la correzione nella banca dati del Catasto, attraverso una delle nuove funzionalità della banca dati catastale e ipotecaria.

L’Agenzia delle Entrate, infatti, con il servizio “risultanze catastali“, fornisce la possibilità di visualizzare l’elenco delle proprietà immobiliari di qualunque contribuente, identificato tramite codice fiscale, in modo da poter utilizzare il servizio per la correzione dei dati catastali, qualora il contribuente ne rilevi un errore.

Il servizio di correzione online dei dati catastali è finalizzato esclusivamente alla correzione degli errori presenti nelle banche dati catastali e può essere utilizzato solo per alcune tipologie di richieste e segnalazioni.

Correzione dati catastali online

La correzione dei dati può avvenire collegandosi al portale dell’Agenzia delle Entrate al servizio online “Contact center“;

E’ sufficiente compilare una scheda in cui va indicato:

  • nome e cognome
  • codice fiscale
  • indirizzo di posta elettronica
  • attività svolta

Il richiedente dovrà indicare le proprie generalità, i dati catastali dell’immobile, la situazione riscontrata e le notizie utili alla correzione dell’errore.

La richiesta di correzione effettuata dall’utente può essere trattata direttamente dal “Contact center” o essere inoltrata all’ufficio Provinciale – Territorio competente.

In ogni caso, l’esito della richiesta verrà comunicato al richiedente tramite posta elettronica. Solo nel caso in cui la questione non rientra tra gli argomenti trattati dal Contact center, all’utente verrà comunicato via mail, che il problema non può essere risolto tramite il servizio.

Correzione dati catastali in ufficio

Il richiedente deve indicare le proprie generalità, i dati catastali dell’immobile, la situazione riscontrata e le notizie utili alla correzione dell’errore.

La domanda di richiesta di correzione dei dati catastali può anche essere presentata presso l’ufficio provinciale – Territorio competente; nella domanda il richiedente deve indicare:

  • le proprie generalità
  • i dati dell’immobile
  • l’errore riscontrato

Inoltre, può essere utile allegare anche copia dei documenti che comprovino la richiesta.

Infine, si ha che, l’istanza di correzione di errori imputabili all’ufficio è gratuita e va presentata su carta semplice; in caso contrario è prevista l’applicazione dell’imposta di bollo.

Cosa si può correggere online

Ecco l’elenco delle cose che si possono correggere online

  • errore sulla persona a cui è intestato l’immobile
  • errore sui dati dell’immobile
  • segnalazione di incoerenza per fabbricato non dichiarato
  • segnalazione di incoerenza per fabbricato rurale
  • altri tipi di richieste

Cosa non si può correggere online

Ecco cosa non si può richiedere online:

  • reclami per disservizi da parte degli uffici
  • solleciti per la trattazione di atti presentati e non ancora evasi
  • istanze di revisione della rendita catastale
  • richieste di assistenza nell’utilizzo delle procedure informatiche
  • richieste di informazione sullo stato di avanzamento delle pratiche (salvo quelle pervenute allo stesso Contact center)
  • richieste di informazione generiche su procedimenti, indirizzi, ecc.

In questi casi in cui non è possibile effettuare la correzione online, il contribuente può rivolgersi presso gli uffici Provinciali competenti per territorio.

Clicca qui per accedere al sito dell’Agenzia delle Entrate per la correzione dati catastali

Fonte