L’umidità è la causa primaria di muffe e macchie, può rovinare vestiti e oggetti d’antiquariato. Il mercato offre vari modelli di deumidificatori ma questi o sono rumorosi o con prezzi insostenibili! Così è possibile costruire un deumidificatore con semplici oggetti di uso quotidiano.

In questa guida vedremo come fare un deumidificatore fai-da-te a base di sale e uno a base di cloruro di calcio, in ogni caso si tratta di deumidificatori naturali. Prima di passare alla spiegazione, vi ricordiamo che l’umidità si può eliminare impedendone il suo sviluppo.

deumidificatore fai da te

Un deumidificatore naturale può dimostrare la sua efficacia sia in inverno sia in estate. Per costruirlo vi servirà:
-una bottiglia PET
-sale grosso
-pistola a caldo (o cera o un qualsiasi altro sigillante)
-pellicola trasparente o carta argentata
-un chiodo

  • Prendete una bottiglia d’acqua vuota e asciugatela con cura;
  • Tagliatela in due, con la parte del fondo che risulti più “lunga” della sezione “a imbuto” 
  • Senza rimuovere il tappo dalla sezione a imbuto, riempitela di sale grosso ed esercitate pressione per compattarlo al massimo;
  • Sigillate la sezione della bottiglia contenente il sale, con della pellicola trasparente o carta argentata. Ponete il sale grosso, così composto, nel freezer per almeno 24 ore, al termine delle quali il vostro deumidificatore naturale sarà quasi pronto.
  • Estratta la sezione a imbuto dal freezer, con un chiodo, praticate dei fori sul tappo della bottiglia
  • Rimuovete la pellicola (o la carta argentata) e poggiate la sezione a imbuto sull’altra metà della bottiglia.
  • Sigillate le due sezioni di bottiglia con della colla a caldo.
  • Quando il deumidificatore naturale è pronto, posizionatelo in una stanza: quando il sale sarà del tutto bagnato e fluito nel fondo della bottiglia avrete eliminato l’umidità, normalmente un deumidificatore naturale impiega 3-4 giorni per eliminare l’umidità in modo efficiente.

Questo deumidificatore naturale può essere impiegato come deumidificatore portatile, basterà ricordarsi di “caricare” la bottiglia con del nuovo sale!

Un processo analogo può essere attuato sfruttando la capacità di eliminare l’umidità del cloruro di calcio. Anche il cloruro di calcio (come quello di sodio), riesce ad assorbire l’umidità per poi formare una soluzione liquida (ecco perché bisogna forare il tappo della bottiglia e metterlo sul fondo: l’umidità sarà intrappolata nel fondo della bottiglia sotto forma di acqua!).

Come funziona il deumidificatore?
Il cloruro di sodio (sale da cucina) così come il cloruro di calcio,  sono composti molecolari con una particolare struttura cristallina in grado di “catturare” le particelle di acqua sospese nell’atmosfera. In altre parole questi due sali assorbono l’umidità sottraendola all’ambiente domestico.

Come eliminare l’umidità, altri deumidificatori naturali 
Un deumidificatore naturale per eccellenza ce lo fornisce la natura! Si tratta delle classiche piante da appartamento! Se le piante in estate sono causa di umidità a causa dell’esigenza di irrigazioni (infatti è consigliato diminuire il numero di piante da interni nel periodo estivo o scegliere quelle che non hanno bisogno di abbondanti irrigazioni), in inverno le piante possono rappresentare un’ottima soluzione.

Così, le piante possono essere considerate a pieni voti come un deumidificatore naturale a uso invernale! Fonte