Oltre 4.400 pannelli fotovoltaici a copertura del tetto della stazione Blackfriars di Londra. È stato inaugurato il ponte Network Rail, da First Capital Connect e Solarcentury, con l'installazione di 6000 metri quadrati di pannelli. Grazie all'impianto è stato possibile un risparmio del 50% del fabbisogno energetico sul consumo totale del nuovo interscambio tra First Capital Connect e i servizi di London underground (metropolitana di Londra). Un ponte fotovoltaico, il più grande al mondo, che con la produzione di energia pulita, riduce le emissioni di CO2 di circa 511 tonnellate all'anno, pari a circa 89 mila viaggi in auto di percorrenza media.

ponte solare londra

Oltre alla più grande installazione al mondo di pannelli solari su un ponte, la stazione è stata totalmente rinnovata: una nuova entrata sulla sponda sud del Tamigi, che punta ad un miglioramento dei trasporti. Una condizione che dovrebbe aumentare il numero dei viaggiatori, diminuendo l'utilizzo del mezzo privato, con un ulteriore potenziale taglio di emissioni inquinanti. "Il nostro lavoro su Blackfriars mostra i due benefici chiave del solare. Primo, può essere integrato nell'architettura esistente modificando in modo sbalorditivo il profilo di Londra. Secondo, può essere integrato nei più complessi progetti ingegneristici; in questo caso è stato installato sopra un sito in costruzione, sopra linee ferroviarie e su di un fiume" afferma Frans van den Heuvel, amministratore delegato di Solarcentury. Fonte